aryannabales:  Domanda difficile per te che sembri davvero una tipa in gamba :) (anche se ti seguo da poco) : Cos'è l'amore?

“Il miracolo più semplice.”

Scusa se non so trovare altra risposta. Mi sembra la più immediata e sincera.

Grazie mille, un abbraccio♥♥

Anonimo:  Posso chiederti un consiglio? c'è un ragazzo che ci prova con me in maniera abbastanza insistente nonostante i miei "no" e "lasciami in pace". Mi invia mazzi di rose, tenta sempre di uscire nella stessa compagnia di amici, sta addosso e non mi piace! Cosa faccio?

Spesso i ragazzi pensano che i nostri no in realtà siano dei convintissimi sì. Vai a capirli.

Diglielo chiaro e tondo. “Senti, smettila eh. Basta. Tanto piuttosto che dartela mi ci pianto il basilico.

Fammi sapere come prosegue se vuoi.

Un abbraccio

Anonimo:  No, tu u.u Ti ho conquistata, dici la verità...

Puoi fare di meglio.

Ok. Per quanto mi riguarda, è ufficialmente aperta la stagione dello studio perenne. Della serie non osare parlarmi perchè ti lincio, a prescindere.

-Mi sparo adesso o mi sparo dopo?

-Come vuoi.

Ma grazie mamma, come sei tenera.

No. No. No. Cioè no.
E allora vaffanculo!

Ma che tenera è la mia mamma che mi fa trovare la colazione già pronta?

“ Stasera c’è il temporale e io vorrei un tuo abbraccio, e un tuo bacio sulla fronte. Vorrei che tu mi stringessi mentre io non ho più freddo fra le tue braccia, e mi lasciassi addormentare su di te. Ma devo solo abituarmi all’idea di non averti più, con me. E tu non sarai qui a darmi la buonanotte. Devo abituarmi alla tua assenza, perché tu non ci sei più. Non ci sarai più.

“Hai mai notato che alcune persone, anche se non le hai mai viste prima, le riconosci? Ti viene quasi da dire ciao, da dire come stai, da dire ma quanto ci hai messo ad arrivare? Lo riconosci, quello sguardo, ed è come se tu l’avessi già visto nei tuoi sogni di quando eri bambino e immaginavi l’amore. Te lo ricordi, quello sguardo, esattamente come io ricordo il tuo?

Te la ricordi questa citazione? Me l’avevi scritta su Twitter quando ancora non eravamo così in confidenza eppure già eri diventata un’amica per me. I ricordi.

So che ti ho già scritto qualcosina sul foglietto che ti ho dato oggi, solite frasi che ti ripeto sempre e che troverai noiose, ma sono la pura e semplice verità. Ma dopo esserci riviste, sento proprio il bisogno di scriverti ancora. È più forte di me.

Grazie. Grazie per tutto, perché non mi sarei mai immaginata di conoscere una ragazza come te. Perché all’inizio pensavo che non sarebbe potuto crescere niente perché eravamo lontane, perché tu eri (e sei) comunque più grande di me, perché c’erano mille motivi per cui io e te non avremmo neanche mai potuto incontrarci. E invece è successo. Sei entrata nella mia vita in un modo che non mi sarei mai aspettata e che forse non ti saresti mai aspettata neanche tu. Devo ringraziare la tua tesina perché in fondo è stato con la domanda “come va la tesina?” che è nato tutto. Devo ringraziare un sito, perché se non ci fossimo conosciute lì, dove avremmo mai potuto incontrarci?

Marta, grazie veramente. Mi hai insegnato tante cose anche se non te ne rendi conto. Mi hai insegnato che bisogna sempre avere il coraggio nell’inseguire i propri sogni, mi hai insegnato a puntare in alto, e più di tutto mi hai insegnato che se c’è affetto, non c’è distanza che tenga. Certo, a volte pensare che siamo tanto lontane mi mette tristezza. Oggi, quando ho visto il treno partire sapendo che ti rivedrò, sì, ma quando? ho pensato “ora piango”. Ho paura di non averti abbracciato abbastanza e di non averti fatto capire quanto ci tengo a te. Ma sono contenta di conoscerti. Sono contenta di averti potuto dire “Buonanotte” a voce ieri sera, senza dovertelo scrivere su Facebook, senza doverci mettere un cuoricino per farti capire che ti voglio bene. Grazie di tutto, perché è bello sapere che, dovunque sarai, magari tra un impegno e l’altro ti verrò in mente. Ed è bello sapere di avere un posticino tra i pensieri di una persona fisicamente tanto lontana da te, eppure così vicina. Tu avrai sempre un posto tra i miei pensieri, tra gli esercizi di matematica e le versioni di greco.

“In qualunque posto sarai, in qualunque posto sarò, tra le cose che vivi io per sempre vivrò. In qualunque posto sarai, in qualunque posto sarò, se mi cerchi nel cuore, nel tuo cuore vivrò.”

E ricordati sempre che ti voglio bene. Sempre e dovunque.

Anonimo:  Bimba, sai che cos'è ultradolce?

Il mio shampoo? :)

"La distanza che ci divide fa male anche a me."
Già mi manchi, ma grazie di tutto. Ti voglio un bene dell’anima.