Ma mollami.

esplosionesilenziosadiemozioni:  il tuo é un blog meraviglioso, credimi ♡ mi piace molto perché oltre a scrivere bene, ci metti l'anima. sono felicissima di averti trovato Ahah e appena posso lo guarderó tutto♡ un sorriso ♡

Grazie mille!♥♥

Ti abbraccio forte

Anonimo:  perchè tra tutti i film di nicholas sparks reblogghi sempre "I passi dell'amore""?non ti piaciono gli altri?

Non ho visto tutti i film tratti dai suoi romanzi, credo. Ne ho visti alcuni, ma “I passi dell’amore” penso rimarrà sempre il mio preferito. Perché amo i personaggi. Amo il fatto che Landon diventi una persona migliore grazie a Jamie (“quella ragazza ti ha cambiato e neanche te ne sei accorto”), e amo il fatto che si prenda cura di lei anche quando le cose si fanno difficili. Amo il fatto che lei sia di una dolcezza straordinaria, e non faccia quei giochetti che a volte fanno le ragazze. Non è una ragazza vanitosa e stupida, è una ragazza che sa cosa vuol dire soffrire e che non si arrende mai, anche se ha paura (“ho soltanto paura di perdere te…” cioè no il mio cuore non regge e basta)

E amo il fatto che sia una storia dolcissima. Non c’è sesso, non c’è “ti rincorro finché non riesco a trovarti”, non c’è un “tutti questi anni senza di te”, ci sono solo due persone che si amano in maniera pura, incondizionata, bellissima. Ci sono due persone che si prendono cura l’una dell’altra e che si danno tutto l’amore possibile. Tutto l’amore che fa crescere e che è ostacolato “solo” dalla malattia. (“Io non la lascio. Glielo dica a Jamie”)

E boh anon, sono romantica, che ti devo dire ahahah amo quel film e basta. Certo, tutte le storie di Nicholas Sparks sono un colpo al cuore, ma “I passi dell’amore” per me è sempre speciale rispetto agli altri.

E ho passato l’estate scorsa a guardarlo 4638413 volte con una mia amica. Abbiamo pianto a ogni scena praticamente. “Torna indietro… devo rivedere questa parte. Oddio la dolcezza!”

E poi dai, ogni ragazza sogna un ragazzo come Landon. E credo che ogni ragazza alla morte di Jamie abbia pensato “ma no cazzo non è giusto” e abbia immaginato un finale diverso in cui i due vivono felici e contenti. E ogni ragazza deve poter sognare, no?

Ti abbraccio♥

“ Papà, dite un po’ più spesso alle vostre figlie che vanno bene così.
Anonimo:  Cosa ti piace fare?:)

Cosa mi piace fare. Mi piace fare tante cose.

Mi piace leggere. Tanto.

Mi piace parlare con le persone a cui tengo, e mi piace abbracciarle forte forte.

Mi piace ascoltare gli altri e se posso dare consigli.

Mi piace camminare.

Mi piace prendere i treni, soprattutto quello che va a Firenze.

Mi piace stare con la mia migliore amica, e prendermi un gelato con lei, e vederla sorridere.

Mi piace camminare scalza per casa, anche se mamma si arrabbia ogni volta.

Mi piace starmene a letto sotto le coperte mentre fuori piove.

Mi piace studiare, anche se a volte è faticoso. Mi piace studiare quando fuori fa freddo, e io me ne sto al tavolo della cucina con il mio cappuccino, in pigiama, con mamma che mi ascolta mentre le ripeto letteratura latina.

Mi piace guardare il cielo, e le stelle. Soprattutto in montagna, sono tantissime, sembra che stiano per caderti tutte addosso.

Mi piace camminare sul lungolago, e fermarmi in libreria, e starci anche per ore.

Mi piace imparare cose nuove.

Mi piace andare in moto con mio fratello anche se mi fa sempre un po’ paura.

Mi piace ascoltare la musica mentre faccio i mestieri, o mentre faccio le valigie, e poi mi ritrovo a ballare come una stupida per casa e a ridere di me.

Mi piace stare a guardare il mare. Non mi annoia mai.

Mi piace arrivare a scuola e vedere i “bidelli”, Luciana e Gennaro che parlano con il loro accento napoletano e i loro detti per me incomprensibili, e Sara che si lamenta di essere l’unica a lavorare, e che mi saluta sempre con un sorriso dolce.

Mi piace sognare.

Mi piace stare in barca quando c’è vento che mi spettina i capelli.

Mi piace, quando piove e devo tornare da scuola, camminare sotto l’ombrello con un mio amico che se lo dimentica sempre, e anche se gli ripeto “la prossima volta ti arrangi” spero che se lo dimentichi sempre perché mi diverte stare a braccetto con lui e ridere per cose stupide.

Mi piace parlare con le mie amiche.

Mi piace preparare i dolci con mia madre, raccontandoci un po’ di noi.

Mi piace discutere con mia sorella perché poi tanto facciamo pace.

Mi piace mettermi lo smalto e provare sempre a fare delle piccole opere d’arte.

Mi piace visitare le città d’arte, tantissimo.

E soprattutto mi piace rendermi conto che, anche se mi ripeto sempre “non affezionarti, resta lontana, non dare importanza a nulla”, alla fine la mia razionalità non vince mai e le emozioni vanno per i fatti loro. Il che può essere terrificante, ma è un sollievo vedere che non sono poi così fredda come posso sembrare.

Mi piace fare un sacco di cose, e sono sicura che me ne verranno in mente altre mille. Per ora spero di averti dato una risposta esauriente.

Un abbraccio♥♥

Anonimo:  Per favore puoi dirmi delle frasi brevi ma belle sull'amicizia a distanza? grazie mille♥

Sull’amicizia potrei dirtene tante, ma sull’amicizia a distanza non mi viene praticamente nulla. L’unica che posso dirti è "Ovunque ti trovi, è il tuo amico a costruire il tuo mondo."

Un abbraccio♥♥

“ Piove anche qui, e aspetto che passi un pensiero diverso da te.

Ci sono cose che non si possono scrivere. Sono troppo belle per diventare semplici parole. Sono solo emozioni.

Anonimo:  Hai letto 50 sfumautre di grigio?Cosa ne pensi? E andrai a vedere il film? u.u

L’avevo letto a pezzi un sacco di tempo fa. Non mi ricordo quasi nulla. Ma suppongo non ci fosse chissà cosa da ricordare :’)

Comunque non è rimasto sicuramente tra i libri da rileggere, ho saltato la maggior parte delle pagine, se ricordo bene. Boh, mi era sembrato un po’ noioso. Più che altro è la classica stronzata della donna con l’istinto da crocerossina che conosce il bello e tenebroso e pensa “io lo salverò”. Solo che alla fine della trilogia, mi pare, tutto finisce bene, nella vita non è proprio così. Noi donne pensiamo sempre di poter cambiare gli uomini ma dovremmo arrenderci all’evidenza. Non si cambia un uomo. Triste verità.

E poi non mi spiego perché molte ragazze, mia sorella compresa, sono tipo “oddio, che fortuna che ha avuto Ana a incontrare Christian!”

MA DOVE. NO. FORTUNA UN CAZZO.

Cioè lui è quello che nell’ultimo libro, mi pare, quando lei gli dice “sono incinta” le risponde “vaffanculo”. Proprio l’uomo dei sogni, davvero. Ogni ragazza lo vorrebbe. Ah, oltretutto è uno che ti vuole punire con torture che non so chi abbia inventato. Ma a parte questo certo, è l’uomo perfetto, ovvio. Soprattutto la loro è una relazione sana. Già.

Va beh. Non credo andrò a vedere il film, magari approfitterò del mio tempo libero per leggere qualche altro libro u.u

Ti abbraccio♥

“ Attento alle persone troppo buone, quelle pazienti, quelle del “non fa niente non preoccuparti”, quando si incazzano davvero sono micidiali…
“ Forse tu non ti rendi conto. Non ti rendi conto dell’amore che provo per te, di quanto tu possa essere importante nella mia vita, di quanto un tuo sorriso possa farmi sentire bene. Non ti rendi conto che ti amo per ciò che sei, che il tuo passato non mi spaventa e nemmeno il futuro, se vorrai viverlo con me. Forse tu non ti rendi conto che sarò sempre a braccia aperte, pronta a stringerti forte e a dirti che andrà tutto bene, che non devi preoccuparti di nulla, che hai me, e io ti sarò accanto sempre, ovunque decidi di essere. Non devi più pensare a niente, non deve importarti della persona che sei. Sarai tutto ciò che vuoi, e insieme saremo tutto quello che vuoi, se mi vuoi.
Anonimo:  Ti andrebbe di fare un video? Tipo la recensione di qualche libro letto o cose del genere?

Non lo so anon. Non penso che sarebbe una buona idea. Ci penserò ma non ti prometto niente.

Un abbraccio♥

“ Non arrenderti. Sei troppo giovane per farlo. Hai idea di quante cose devi ancora vedere prima di andartene? Devi ancora prendere un aereo e andare in quelle località di mare tanto sognate, devi ancora passare le tue giornate sulla spiaggia a guardare le onde infrangersi contro gli scogli. Devi ancora nasconderti in un bar in una giornata fredda e nevosa e prenderti una cioccolata. Devi ancora perderti per le strade delle città più belle del mondo, chiedendo informazioni ai passanti per ritrovare il senso dell’orientamento. Devi ancora vedere mille opere d’arte, devi ancora prendere tanti treni, devi ancora organizzare viaggi all’ultimo minuto, mettendo in valigia le prime cose che ti capitano. Devi ancora fare tante cose. Forse bisognerà soffrire ancora un po’. Ma poi devi rialzarti. Lì fuori c’è un mondo che ti aspetta, e tu non puoi perdertelo.